Tanto tempo fa,

in una galassia lontana lontana...

 

 

...per la precisione nel 1995, in un paese vicino Bari chiamato Valenzano, sei amici, Giacomo Accettura, Filippo Epifani, Giovanni Manzari, Vitantonio Mininni, Michele Ragno e Fabio Ranieri danno vita ad una lega di fantacalcio, sentendosi dei veri pionieri. Le assemblee della neonata lega si svolgono a casa di Giovanni, l'auto-proclamatosi Presidente di Lega Fabio calcola i risultati delle partite con carta e penna, mentre Michele riesce nella difficile impresa di mancare già al primo fanta-mercato. I primi 2 campionati sono vinti da Bidonista di Michele e Dirotta su Bari di Fabio, che vince anche la prima Coppa Italia...

L'anno seguente la giovane lega si allarga a 8 squadre, con l'ingresso di due fratellini: Francesco Mininni, detto Ciccio, simpaticissimo fratello di Vitantonio, e Marco Ranieri, fratello del presidente di Lega. I primi 2 anni sono caratterizzati da un certo equilibrio nelle vittorie, ma sopratutto da un certo discutibile gusto nella scelta dei nomi delle squadre: Bidonista, Phisica, Esercito Zapatista, Artistica, Zebra a Pois, Dirotta su Bari, Chimica, Quelli che... pensano che il calcio sia un gioco da tavola, sono solo alcuni eloquenti esempi..! In questa seconda stagione scudetti per Chimica di Filippo e Quelli che... di Vitantonio, che si aggiudica anche la Coppa...

Verso la fine del 1997 la Lega scopre l'esistenza dell'informatica: i conti vengono fatti ora al computer e stampati con una stampante ad aghi con poco inchiostro su fogli che risultano così illeggibili... ed insieme alla tecnologia arriva anche il gioco d'azzardo! Con la modica somma di 500 Lire è possibile giocare una colonna al Fantatoto, ovvero il totocalcio del fantacalcio. Nessuno riuscirà mai ad azzeccare la colonna vincente e il montepremi finale, l'astronomica cifra di 97.000 Lire, verrà speso in pizze...

Per quanto riguarda il fantacalcio giocato, comincia in questi anni un periodo di "cicli". Prima Fabio, che vince entambi i campionati 1997-1998, poi Vitantonio, e quindi, con un anno di pausa ogni volta, Filippo, Giovanni e ancora Vitantonio vincono 2 campionati consecutivi ognuno: l'introduzione delle liste di vincolo, che permettono di conservare alcuni giocatori per 3 anni, consentono ai fortunati presidenti di dare continuità ai loro successi...

All'inizio del 1998 alcuni presidenti si fanno trascinare in un irresistibile vortice di polemiche e grandi proclami, il tutto a colpi di fantomatici comunicati stampa... Vitantonio mette fuori rosa il Divin Codino Baggio per 3 settimane, Giacomo si autocongratula per la vittoria su Ciccio, Giovanni conferma la fiducia alla sua squadra nonostante il momento no, Fabio si fa gioco sempre di Ciccio che comincia a pensare di non essere poi tanto amato, e allora risponde alle critiche assumendosi le colpe delle sconfitte e incitando i suoi, Giacomo se la prende con gli arbitri, poi esalta Vierchowood e Buffon. La stagione si chiude con la vittoria in Coppa Italia di Filippo con Virtus...

La stagione 1998-1999 comincia con l'avvicendamento tra Ciccio, che lascia la Lega, e il subentrante Domenico Rossini. Real di Vitantonio vince entrambi i campionati ma tra gli sberleffi generali manca il "grande slam" perdendo in semifinale di Coppa Italia, vinta ancora da Filippo. Nel frattempo, dopo Baggio l'anno precedente, pensa bene di sospendere altri due giocatori, Luppi e Osmanovski, ma questa volta a tempo indeterminato! La grande annata di Vitantonio si chiude con lo smarrimento delle pagine con tutti i conti e i risultati della stagione. In pratica si sa solo chi ha vinto i campionati! Marco e Giovanni invece stringono un gemellaggio tra tifoserie, anche se non sono molto d'accordo sul rendimento di Zidane. Continua il fantatoto, ma ancora nessun felice vincitore: altre 84.500 Lire in pizze, ma questo determina la fine delle scommesse. Addio fantatoto...

All'inizio del campionato 1999-2000 comincia l'avventura delle Coppe Europee: Champions League e Coppa UEFA per chi si è qualificato l'anno precedente, ma i risultati sono scarsi. Solo Virtus di Filippo raggiunge la semifinale nella seconda coppa. Bisogna aspettare l'anno successivo perchè le cose vadano meglio: Giacomo sfiora la vittoria in Champions, Vitantonio la spunta in finale su Marco in UEFA. Lo stesso Marco, non riuscendo mai a vincere, decide di festeggiare, manco fosse uno scudetto, una rocambolesca salvezza pubblicando un magazine sportivo. In campionato, mancando le emozioni delle scommesse, ci si "azzanna" calcolando, per la prima volta, i fanta-punti totali realizzati: non sempre vince il più forte, in pratica, ma chi vince, con un pò di fortuna, più partite. Gli almanacchi riportano comunque i titoli per Antagonista di Giacomo e Virtus di Filippo in campionato e Athletic di Giovanni in Coppa...

Nella stagione 2000-2001 qualcuno comincia a contare anche i fanta-punti subiti, così può prendersela almeno con la sfortuna... I campionati sono vinti da Filippo, che bissa la vittoria in quello precedente, e Fighting Cock di Fabio, mentre Xadhoom di Marco, dopo aver chiuso il campionato all'ultimo posto, va a vincere la Coppa Italia...

Arriva nel 2001-2002 un nuovo presidente: Angelo Labellarte prende il posto di Giacomo, che abbandona la Lega. Ma è il grande anno di Giovanni: due campionati vinti, di cui il primo dominato con 11 punti di vantaggio sul secondo in classifica, e una finale purtroppo persa in Coppa UEFA. La Coppa Italia viene invece conquistata da Crazy Horse di Michele. Il Presidente di Lega scopre la sua vena giornalistica redigendo i primi tentativi di giornale del fantacalcio, che altro non sono se non piccoli riassunti della giornate giocate...

Nel 2002-2003 il Presidente di Lega dà di matto. Non contento di inventarsi di continuo le regole, decide di nominare un Presidente "ad Onorem". Tutti pensano a qualche avvenente rappresentante del gentil sesso, ma lui stupisce tutti portando una foto di... Harrison Ford! Domenico, dopo anni di risultati incerti, vince il suo primo titolo nel Campionato di Apertura, mentre in quello di Chiusura torna alla vittoria Vitantonio con la sua San Paulo do Brasil...

 

14 Maggio 2003. La Lega vive il suo giorno più triste. Colui che aveva contribuito in maniera fondamentale alla creazione della Lega, cementato le nostre amicizie, incitato chi era stato costretto ad allontanarsi da Valenzano a rimanere nel gruppo con l'entusiasmo di sempre, Giovanni, che ci teneva tutti uniti, non c'è più.

Fino a pochi giorni dall'inizio del nuovo campionato una sola era la domanda che ci si poneva nella Lega: continuare o no? Qualcuno pensava di non averne più voglia, o che non ne valesse la pena, forse che non avesse più un senso. Ma la risposta era sotto gli occhi di tutti, e lo era da tempo: quel 14 Maggio mancavano due giornate alla fine della stagione e Athletic, la squadra di Giovanni, come se niente fosse, vinceva prima la semifinale e poi la finale, conquistando la Coppa Italia. Athletic stava ancora giocando... Giovanni, che forse amava questo fantacalcio più di ogni altro, che soffriva con la sua squadra come se a scendere in campo fosse veramente lui, che ci voleva battere tutti, Giovanni stava ancora giocando...

 

Alla fine dell'estate 2003 si riunisce così La Lega di Giò, per iniziare una nuova stagione, e Fabio Schino raccoglie l'eredità fantacalcistica di Giovanni. Vitantonio vince il suo 5° titolo nel primo campionato e poi la Coppa Italia, mentre il 18 Aprile 2004, a quasi un anno di distanza dalla scomparsa di Giovanni, la sua Athletic trionfa nel secondo ed è di nuovo Campione! Ed è nell'estate di quello stesso 2004 che prende forma questo progetto. Per ricordare un grande amico, per onorarlo e per rendergli merito di aver contribuito alla nascita ed alla vita di questo fantacalcio, i presidenti che ne fanno parte vogliono dedicargli questo sito. Il sito della Lega di Giò.